Translate

domenica 29 dicembre 2013

IVAN DRAGICEVIC: MADONNA VUOLE CHE OGNI FAMIGLIA SIA UNA PICCOLA CAPPELLA

Intervista al veggente Ivan Dragicevic

Nel novembre 2011 Mimi Kelly, del Gruppo MIR a New Orleans,ha intervistato il veggente Ivan

Mimi: Qual è la cosa più grande che io, come persona, posso fare per diffondere i messaggi della Madonna?
Ivan: la Madonna ha invitato tutti nel mondo ad essere apostoli, ogni fedele può essere un apostolo per l'evangelizzazione. Pregate per l'evangelizzazione, soprattutto l'evangelizzazione della famiglia, l'evangelizzazione per la Chiesa di oggi e nel mondo. Questo è quello che la Madonna sta chiedendo a tutti noi. Pregate per questa intenzione.

Mimi: Il modo migliore di evangelizzare è attraverso la nostra preghiera, il nostro esempio... o come?
Ivan: La Madonna raccomanda di andare all'adorazione di Gesù. Nell'adorazione tu incontri Gesù, e quando si incontra Gesù, Lui ti dice tutto ciò di cui hai bisogno. Dopo aver iniziato l'adorazione, tutto il resto è più facile.

Mimi: Siamo così fortunati a New Orleans ad essere in una zona dove ci sono molte cappelle dell'adorazione e tante opportunità.
Ivan: Prima viene la preghiera in famiglia, allora l'adorazione sarà molto più facile. E' importante iniziare l'adorazione in famiglia.

Mimi: Che cosa hai visto in Cielo?
Ivan: Nel 1984 la Madonna mi ha detto che sarei andato a vedere il Cielo. Venne da me per dirmi che mi avrebbe portato in Cielo. Era un giovedì. Il venerdì la Madonna parla con me qualche minuto. Sono in ginocchio, mi alzo, e la Madonna rimane al mio fianco sinistro. La Madonna prende la mia mano sinistra. Faccio tre passi, e il Cielo si apre. Faccio altri tre passi e sono in piedi su una piccola collina. La collina è simile a quella della Croce Blu di Medjugorje. In basso vedo il Cielo. Vedo gente che cammina sorridente, vestita con lunghe vesti di colore rosso, blu, oro. La gente mi chiede che aspetto ha la gente. Stanno cantando, una canzone in lontananza. E' molto difficile da descrivere. La gente mi chiede quanti anni mostrano, forse 30-35 anni; pregano, cantano, insieme a così tanti angeli. Ho udito i canti in lontananza, cantano gli angeli, molto difficile da descrivere. Fa venire in mente il Vangelo dove dice: "Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì..." [1Cor 2,9 - ndr] Ecco perché la Madonna è venuta tutti questi 30 anni, come una guida per noi, riservando per tutti noi un posto in paradiso.

Mimi: la Madonna è apparsa molte volte e in molti luoghi. Ha parlato con te di altre apparizioni?
Ivan: La Madonna a me non ha parlato di nessun'altra apparizione. Non posso dire per gli altri veggenti, Mirjana, Jakov, Ivanka, Vicka, o Marija.

Mimi: Sai se ogni veggente sta ricevendo gli stessi 10 segreti, o ci sono tanti segreti?
Ivan: Un sacco di gente mi fa la stessa domanda. La Madonna non dà a sei veggenti 60 segreti diversi. Alcuni segreti sono uguali. Quando soggiorno a Medjugorje in estate, quando la maggior parte dei veggenti sono presenti, parlo con alcuni di loro quando andiamo a prendere un caffè, specialmente con Jacov e Mirjana. Parliamo degli stessi segreti.

Mimi: Sarà interessante sapere tutto questo. La Vergine ti ha mai un messaggio specifico per qualche paese, in particolare per l'America?
Ivan: La Madonna parla sempre per il mondo. Non ha mai dà alcun messaggio specifico per una nazione o paese, o per qualche religione. Lei dà sempre un messaggio universale. È per questo che ogni 25 del mese sempre dice: "Miei cari figli" e termina con "Grazie per aver risposto alla mia chiamata."
Lei è una madre che parla a tutti i suoi figli. La Madonna mi ha detto un paio di volte, "So che i miei figli stanno cercando di vivere il mio messaggio. Se le persone ci stanno provando, questo è un passo molto positivo." Vivere nel mondo di oggi, soprattutto in questo tempo, a volte è difficile, anche per me. Sto cercando di farlo ogni giorno. Abbiamo bisogno di seguire, seguire i messaggi della Madonna. Dobbiamo sempre lottare per vivere i messaggi. Abbiamo bisogno di mettere davanti la cosa più importante. Ogni cosa sarà più facile se mettiamo Gesù al primo posto.

Mimi: La tua missione è di pregare in particolare per chi?
Ivan: Sto pregando per i sacerdoti e per le vocazioni nella Chiesa.

Mimi: La Madonna ti ha dato qualche cosa da scrivere, da pubblicare in seguito?
Ivan: Sto lavorando da tempo sul mio libro. Il libro è per metà finito. Ho bisogno di più tempo. Tanti fogli stanno sul mio tavolo. Gli ultimi due anni sono stato così impegnato a viaggiare e a parlare nelle chiese. La Madonna mi dà privatamente cose soprattutto per i sacerdoti, i giovani, le famiglie e i bambini. Io faccio esempi tratti dalla mia famiglia e alcuni esempi tratti da me stesso.

Mimi: come possiamo trovare la gioia nella situazione del nostro mondo d'oggi?
Ivan: Gioia, gioia, gioia: non può che essere in Gesù. Nessuno può dare gioia se non Gesù. Leggendo la Bibbia vedrete la gioia. Questo è ciò che la Madonna domanda, di leggere la Bibbia. La Madonna chiede la confessione per purificare noi stessi dal peccato. Quando lo Spirito Santo e la grazia sono nel tuo cuore, c'è un fiume d'amore. Un fiume di gioia diventa allora il tuo cuore. Togliete tutte le negatività e sarete aperti allo Spirito Santo.

Mimi: Grazie per essere venuto a New Orleans a portare con te la Madonna così spesso.
Ivan: Penso che New Orleans è la mia seconda casa. Vengo una o due volte l'anno. New Orleans è una base per Medjugorje. Dopo le apparizioni iniziate nel 1981, alcuni tra i primi pellegrini provenivano da New Orleans. La relazione tra Medjugorje e New Orleans è importante, significativa.

Fonte: themirgroup.org/star_12_11.pdf + temponuovo.net

Nessun commento:

Posta un commento