Translate

venerdì 20 dicembre 2013

Jelena, tu hai visto il demonio? Cinque volte l'ho visto.

 
 Quando vedo il demonio non ho paura, ma è una cosa che mi fa male: si vede proprio che non è amico.
Una volta, guardando una statua della Maria Bambina, ha detto che non voleva che noi la benedicessimo (il giorno dopo era il 5 agosto, compleanno della Vergine); è molto furbo, a volte piange. Verso la metà di giugno 1985 Jelena Vasilj ebbe una visione peculiare: vide una perla splendida che dopo si divise in alcune parti e ogni parte splendeva un po' di meno e dopo si spegneva. La Madonna diede questa spiegazione della visione: Jelena, ogni cuore dell'uomo che appartiene totalmente al Signore è come la perla splendida; splende anche nelle tenebre. Ma quando si divide un po' a Satana, un po' al peccato, un po' a tutto, si spegne e non vale più niente. La Madonna vuole che apparteniamo totalmente al Signore.
 Citiamo adesso un'altra esperienza di Jelena che aiuta a comprendere la presenza attiva di Satana nel mondo ed in particolare a Medjugorje: Jelena raccontò - il 5 settembre 1985 - di aver visto in una visione Satana offrire al Signore tutto il suo regno per poter vincere a Medjugorje, per poter impedire la realizzazione dei progetti di Dio. "Guarda - ha risposto Jelena a p. Slavko Barbaric - ho capito così: molti hanno ricevuto una nuova speranza a Medjugorje. Se Satana riesce ad annientare questo progetto tutti perdono la speranza.
 Satana lotta contro la pace, contro l'amore, contro la riconciliazione con tutti i mezzi possibili. Satana è ormai scatenato, furioso, perché la Madonna, tramite Medjugorje in modo speciale, lo ha scoperto, lo ha indicato al mondo intero! Jelena Vasilj ebbe il 4/8/1985 un'altra significativa visione (mentre i veggenti si preparavano per la giornata del 5 agosto, festa di compleanno della Vergine, secondo quanto Ella stessa ha comunicato a Jelena): Satana è apparso a Jelena piangendo e dicendo: "Di' a Lei - ossia alla Madonna, perché il demonio non pronuncia il nome di Maria e neppure il nome di Gesù - che non benedica il mondo almeno questa sera". E Satana continuava a piangere. È apparsa subito la Madonna ed ha benedetto il mondo. Satana si è allontanato subito. La Madonna disse: "Lo conosco bene, e fuggito, ma verrà di nuovo a tentare. Nella benedizione della Vergine Maria, data quella sera, c'era la garanzia - come disse Jelena - che il giorno dopo, il 5 agosto, Satana non avrebbe potuto tentare la gente. È nostro compito pregare molto, affinché la benedizione di Dio tramite la Madonna scenda su di noi e allontani Satana.
Jelena Vasilj, l'11/11/1985, intervistata in merito all'argomento demonio da Medjugorje - Torino, ha fornito alcune risposte interessanti, che riportiamo:
Riguardo a Satana la Madonna ha fatto capire che è nel momento più scatenato contro la Chiesa. E così? Satana può fare se noi lo lasciamo fare, ma tutte le preghiere lo fanno allontanare e disturbano i suoi progetti. Cosa diresti a quei sacerdoti e credenti che non credono a Satana?
Satana esiste perché Dio non vorrebbe mai fare il male ai suoi figli, ma è Satana che lo fa.
Perché oggi c 'è una particolare aggressione di Satana alla gente?
Satana è furbissimo. Cerca di far volgere ogni cosa al male.
Quale consideri il più grande pericolo di oggi per la Chiesa?
Satana è il più grande pericolo per la Chiesa.
Durante un'altra intervista, Jelena ha aggiunto sull'argomento: Se preghiamo poco c'è sempre come una paura (cf. Medjugorje - Torino n. 15, p. 4). Perdiamo la nostra fede perché il demonio non è mai in silenzio, è sempre in agguato. Lui cerca sempre di disturbarci. E se non preghiamo è logico che ci possa disturbare. Quando preghiamo di più lui si arrabbia e vuole maggiormente disturbarci. Ma noi con la preghiera siamo più forti di lui. L'11 novembre 1985 don Luigi Bianchi ha intervistato Jelena, ricavandone interessanti notizie: Che dice la Madonna della Chiesa attuale? Ho avuto una visione della Chiesa di oggi. Satana cerca di disturbare ogni progetto di Dio. Bisogna pregare. Quindi Satana si è scatenato contro la Chiesa...? Satana può fare se noi lo lasciamo fare. Ma le preghiere lo allontanano e sventano i suoi progetti. Che diresti ai sacerdoti che non credono a Satana? Satana esiste davvero. Dio non vuole mai fare il male ai suoi figli, ma Satana lo fa. Egli volge ogni cosa al male.
Jelena Vasilj ha spiegato che tra il parlare della Madonna ed il modo di parlare di Satana esiste una differenza sostanziale: la Madonna non dice mai "si deve", e non aspetta nervosamente cosa succederà. Si offre, invita, lascia liberi. Satana invece, quando propone o cerca qualche cosa, è nervoso, non vuole aspettare, non ha tempo, è impaziente: vuole subito tutto. Fra Giuseppe Minto un giorno domandò a Jelena Vasilj: la fede è un dono? Sì, ma bisogna riceverlo pregando - rispose la fanciulla. Quando noi preghiamo, credere non è così difficile, ma quando non si prega, tutti facilmente ci perdiamo in questo mondo. Bisogna capire che il demonio ci vuole staccare da Dio. Bisogna credere ma anche mettere in pratica la nostra fede, perché anche il demonio crede, bisogna con la nostra vita credere.
Nel corso di un dialogo con Jelena Vasilj è emerso quanto segue: Che cosa fa più paura al diavolo? La Messa. In quel momento è presente Dio. E tu hai paura del diavolo? No! Il diavolo è furbo, ma anche impotente, se siamo con Dio. Allora è lui che ha paura di noi.
L'1/1/1986 Jelena, ad un gruppo di Modena, ha riferito: La Madonna ha detto tante cose della televisione: la televisione tante volte la mette vicino all'inferno. Ecco una dichiarazione significativa di Jelena: Il male è tanto, ma al momento della morte Dio concede a tutti, grandi e piccoli, l'attimo per ravvedersi. Sì, anche ai bambini, perché loro pure fanno del male, sono a volte cattivi, invidiosi, disobbedienti, e per questo bisogna insegnare loro a pregare.
Ai primi di giugno 1986 erano presenti a Medjugorje alcuni "esperti" di parapsicologia, che si dicevano "chiamati là da un'entità benefica". Jelena ha detto: "I medium agiscono per influsso negativo. Prima di prenderseli all'inferno, Satana li lascia muovere e vagare ai suoi ordini, poi se li riprende e chiude la porta dell'inferno".

Nessun commento:

Posta un commento