Translate

giovedì 19 dicembre 2013

L’obiettivo dei messaggi e delle apparizioni della Vergine è che tutti conoscano Dio e lo incontrino.


«Dio desidera venire anche in questo Avvento e in questo Natale»

Il periodo dell’Avvento, così come quello della Quaresima, è un tempo dell’anno liturgico nel quale la Chiesa, come madre, ci invita a riflettere sul nostro cammino esistenziale, a prendere delle decisioni concrete, a fare delle promesse e ad intraprendere delle svolte serie lungo la via che ci porta a Dio. Così anche Maria oggi, come durante tutto l’anno, desidera che i nostri giorni non passino invano, che il tempo non ci oltrepassi e che non mettiamo da parte Dio in questo periodo nel quale viviamo, Dio che ci chiama, ci cerca ed esorta attraverso Maria. 
I figli sono la gioia più grande per una madre e quindi possiamo immaginare che gioia siamo noi per Maria - Regina della Pace. Ella è «causa della nostra gioia» ed invita anche noi ad essere causa della sua gioia. Il suo unico desiderio è che Gesù nasca nei nostri cuori. Maria è molto afflitta quando perdiamo Gesù, quando Lui non è con noi o quando noi non siamo con Lui. E’ necessario fare di tutto per tornare a Gesù, per ritrovarlo. 


L’obiettivo dei messaggi e delle apparizioni della Vergine è che tutti conoscano Dio e lo incontrino. Ella vuole che, tramite noi, Dio arrivi a tutti. Siamo legati gli uni con gli altri e siamo responsabili gli uni degli altri. Dio non ha altro modo per venire nel mondo se non tramite l’uomo, per arrivare all’altro uomo. Dio vuole venire in questo mondo per te e per me. Se non viene in questo modo, allora come farà? L’unico senso compiuto della nostra vita è quello di permettergli di venire. Se non glielo consentiremo, allora qual è il senso della nostra vita e chi siamo su questa terra senza di Lui? 
Dio desidera venire anche in questo Avvento e questo Natale che ci attendono. Lui ha tempo. Ha tutta l’eternità. Ma noi abbiamo soltanto oggi, questo momento. La nostra eternità è soltanto quella divina. Dio ha bisogno della nostra consuetudine, della nostra semplicità. Dio ha bisogno della nostra vicinanza ed a maggior ragione noi abbiamo bisogno della sua.

Nessun commento:

Posta un commento