Translate

sabato 28 dicembre 2013

Preghiera a Gesù Bambino, il giorno dell'Epifania, a chiusura delle feste natalizie.

TI BACIO, BAMBINO GESU’

Ti bacio, Bambino Gesù.
E non ad occhi chiusi.
Perché non sia,
il mio,
come quel bacio che da grande ti consegnò alla morte.

Ho letto che
"ai bambini bisogna accostarsi con fede. Non solo con rispetto.
Perché dire con rispetto significa riconoscere che il bambino è fragile.
Dire con fede significa riconoscere che il bambino è pieno di Dio" (Tonino Bello).

Voglio baciarti ad occhi aperti
e non distogliere lo sguardo
dalla dissacrazione perpetrata e programmata
di milioni e milioni di bambini e bambine.

Ti bacio con le labbra,
tendendo la mano
ai 250 milioni di bambini sfruttati come schiavi,
nel lavoro minorile.

Ti bacio con la bocca,
non chiudendo gli occhi
sui 50 milioni di neonati
che non vengono mai registrati,
che non avranno mai diritti
e che nessuno saprà mai chi sono.

Ti bacio con le lacrime
piangendo anche
i 2.283 bambini che sono morti di fame
in quest’ora in cui,
in questa chiesa, noi, abbiamo cantato e pregato.

Con te voglio baciare anche
i 9 milioni di bambini “da rua” brasiliani,
piccoli randagi di strada,
soggetti a ogni violenza
e a disposizione di ogni schiavista che,
trafficante di droga, trafficante di sesso o bandito,
voglia impadronirsi di loro.

Ti bacio, Bambino Gesù!
Ad occhi aperti

                                        Cinque baci a Gesù Bambino
a mezzanotte di Natale e nei momenti difficili dell
a vita
Baciando la manina destra:
O mio Gesù, quel che vuoi Tu voglio pur io, voglio
perché lo vuoi, o Gesù mio.
Baciando la manina sinistra:
Gesù, quel che vuoi Tu voglio pure io, lo voglio co
me lo vuoi, o Gesù mio.
Baciando il piedino destro:
Gesù quel che vuoi Tu, voglio pur io, lo voglio qua
ndo lo vuoi, o Gesù mio.
Baciando il piedino sinistro:
Gesù quel che vuoi Tu, voglio pur io, lo voglio fin
ché lo vuoi, o Gesù mio.
Baciando il cuore del Santo Bambino:
Gesù quel che vuoi Tu, lo voglio pure io, lo voglio
perché tutto da Te viene e tutto è per tua gloria
e per
mio bene sia pur qualunque cosa, Gesù mio.
O mio Gesù, o dolce mio Signore, dammi quello che v
edo nel Tuo Cuore, dolore perché non manchi in
me l’amore; Amore perché non manchi nel dolore; dolo
re a sostenere ogni dolore; amore a disprezzare
ogni altro amore.

Nessun commento:

Posta un commento