Translate

sabato 28 dicembre 2013

Un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto

VANGELO secondo Matteo 2,13 - 18
I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo».
Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Dall’Egitto ho chiamato mio figlio».
Quando Erode si accorse che i Magi si erano presi gioco di lui, si infuriò e mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme e in tutto il suo territorio e che avevano da due anni in giù, secondo il tempo che aveva appreso con esattezza dai Magi. 
Allora si compì ciò che era stato detto per mezzo del profeta Geremìa:
«Un grido è stato udito in Rama,
un pianto e un lamento grande:
Rachele piange i suoi figli
e non vuole essere consolata,
perché non sono più». Parola del Signore.



Commento al VANGELO (Mt 2,13 - 18)
La vita di Gesù, sin dai primi mesi, è tutt' altro che facile. Egli è costretto a fuggire, con i suoi genitori, come un profugo, lontano dalla sua patria, perché la furia omicida del monarca si sta per abbattere sulla sua terra. Così è da sempre : sono sempre gli innocenti che pagano la follia dei potenti. Ed è quasi incomprensibile che Giuseppe, che è sempre guidato da un angelo, abbia paura! Infatti l'angelo aiuta ancora Giuseppe, che così con la sua famiglia si trasferisce al sicuro in Egitto.
La preoccupazione di Giuseppe, come quella di ogni genitore, è quella di badare al bene di Gesù e di sua moglie Maria. Oggi non c'è Erode o il figlio suo erede, che mette in pericolo i nostri bambini, ma tanti altri rischi, più subdoli, meno evidenti, ma non meno pericolosi se pensiamo agli asili, alle scuole, agli amici, parenti ,televisione e società.La minaccia giunge attraverso la droga, la delinquenza, la depressione e tanti altri problemi...Giuseppe non aveva una soluzione, aveva solo paura !
La maggior parte dei genitori hanno paura per i loro figli, loro non sogneranno un angelo, ma potranno seguire il proprio cuore e al contempo non fuggire.
Il Signore ci aiuti a superare le nostre paure, soprattutto quelle che riguardano i nostri cari e ci indichi sempre la strada da percorrere.

Nessun commento:

Posta un commento