Translate

sabato 13 dicembre 2014

Per i Croati, si semina il grano per Santa Lucia


L´Avvento é il periodo dell'anno liturgico durante il quale ci si prepara per la festa di Natale.

.
A molti di noi il periodo di Avvento ricorda l'infanzia, ma non è solo una dolce nostalgia ma anche l'attesa di un nuovo, migliore inizio.
L'Avvento è un tempo di attesa, tempo di veglia, tempo di preparazione per il Natale.
Molte usanze popolari croate riguardanti l'Avvento testimoniano delle specificità dell´ ambiente e del tempo in cui sono nate, ma anche dell´appartenenza millenària al contesto culturale europeo. Volendo celebrare la nascita di Cristo in modo piú degno e bello le preparazioni per il Natale duravano per settimane. Il tempo passava tra preghiere e digiuno, ma anche in compagnia, tra pertimento e gioia. Si richiamava l'abbondanza e si prediceva il futuro. In compagnia ci si andava alla prima messa mattutina, e già alla festa della Santa Barbara apparivano i primi auguratori.
Alla festa di San Nicola i bambini ricevevano la frutta in regalo e li si spaventava con le fruste e le catene di Krampus (Diavolo), mentre nella notte di Santa Lucia le ragazze cercavano di scoprire il nome del ragazzo che avrebbero sposato. Il regalo di Natale tradizionale croato era una mela decorata natalizia che i ragazzi regalavano alle ragazze.
Una delle tradizioni che sono state conservate fino ad oggi è quella di piantare del grano natalizio, come simbolo del rinnovamento di vita e di fertilità. Al giorno di Santa Barbara o di Santa Lucia si semina il grano, simbolo della vita nella Chiesa cattolica, e si preparano delle erbe verdi per la
decorazione della casa e del tavolo in festa. Mentre l'usanza di piantare il grano é stata conservata anche nelle cittá, nella campagna sono ormai del tutto sparite le usanze di portare il moncone nella casa e di sparpagliare della paglia sotto il tavolo festivo alla vigilia della festa del Natale.
In Croazia, dall´anno 1850 si usa decorare l'albero di Natale, ed è interessante sapere che i primi alberi di Natale erano latifogli. Gli alberi di Natale una volta si decoravano con delle mele, arancie, prugne e pere, noci e nocciole dorate e dolciumi fatti di zucchero e carta, oppure con le figurine di vetro se qualcuno ne era in possesso. Nelle zone costiere i bambini usavano decorare la casa con dei rami di salvia, di edera oppure con dei rami di pino, e il simbolismo della decorazione di casa con delle piante verdi sta nella forza vitale che si oppone al mortorio invernale. L´albero di Natale, e altrove i rami verdi, sono particolarmete ben visibili simboli natalizi. Gli alberi natalizi decorati nei tempi odierni si trovano nelle piazze e davanti agli edifici pubblici. Nelle case e negli appartamenti essi pentano il centro attorno al quale la famiglia si riunisce e si fanno i regali ai bambini alla vigilia di Natale o al giorno di Natale. Il presèpio, che viene messo sotto l'albero di Natale, indica chiaramente l´evento che si celebra - la notte della nascita di Gesù.
Corona d´Avvento ...
Durante l´Avvento, viene fatta e messa sul tavolo la corona d'Avvento, un simbolo di anticipazione di Natale. La Corona d'Avvento è un cerchio o un anello formato da rami di piante sempreverdi all'interno del quale sono inserite quattro candele. Le quattro candele vanno accese ciascuna in una
domenica di Avvento. Il pino e l´agrifoglio nella corona simboleggiano l'immortalità, l´alloro é il simbolo della vittoria sul peccato e sullla sofferenza, mentre il cedro simboleggia la forza e la guarigione da tutte le malattie. Le foglia dell´agrifoglio somigliano ad una corona di spine, secondo la credenza inglese, la corona di spine di Cristo è stata fatta appunto dalle foglia spinose di questa pianta sempreverde. Spesso nella Corona ci si trova anche un rametto di rosmarino, perché questa pianta, secondo la leggenda, proteggeva la Vergine Maria nel suo viaggio verso l'Egitto. L´intrecciatura e la decorazione delle corone sempreverdi è un'antica usanza nata ancora prima della nascita del Cristianesimo. Le candele poste sulle corone di foglia sempreverdi venivano accese ancora dalle antiche tribù germaniche per scacciare il freddo delle notti dicembrine, mentre nei paesi scandinavi venivano accese le candele sul "cerchio della terra', per invocare l'arrivo della primavera e delle lunghe giornate calde.
La prima corona d´Avvento al mondo apparve nel 1838 in una casa per bambini poveri "Das Rahe Haus" ("casa povera") di Amburgo. Il giovane pastore evangelico ed educatore, Johann Hinrich Wichern (1808 -1881), ha riunito nel 1883 gli orfani dalla strada, offrendo ad essi una nuova vita in quella vecchia casa. Ogni anno durante l'Avvento, con i suoi abitanti organizzava dei momenti di preghiera. Nel suo diario ha annotato che durante l'Avvento nel 1838, volendo trovare un modo per rendere il periodo dell´Avvento più bello possibile ai suoi residenti, gli venne in mente di accendere ogni giorno durante l´ora delle preghiere, per tutto il mese di dicembre, una candela. Verso l´anno 1851 i residenti di Wichern cominciarono a decorare la corona di legno con dei rami sempreverdi. Dopo la prima guerra mondiale i cattolici iniziarono a fare le corone d'Avvento.
Le quattro candele sulla corona simboleggiano le quattro settimane di Avvento, e di solito ce ne sono tre color viola e una color rosa.
La prima domenica - candela viola - la candela della speranza e dell´attesa - la creazione.
La seconda domenica - candela viola - la candela della pace, con il messaggio di riconciliazione con tutti - l'incarnazione.
La terza domenica - candela rosa - la candela della gioia e di felicità – la redenzione.
La quarta domenica - candela viola - la candela dell'amore - la fine.
Esiste dunque l´usanza di mettere sulla corona d'Avvento anche una quinta candela bianca - la candela di Cristo!
Oltre alla liturgia dell'Avvento, di cui le messe mattutine hanno un fascino particolare, i fedeli pratticano anche le preghiere a casa tra i loro famigliari. Pertanto la preghiera quotidiana familiare "L´Angelus", nell'Avvento si svolge con le candele sulla corona accese, senza altra illuminazione. Poi si leggono i testi riguardanti l´Avvento dalla Sacra Scrittura. In questo modo, attraverso la preghiera e la lettura della parola di Dio in Avvento, i membri della famiglia fanno crescere la speranza e in questo mondo loro stessi pentano la luce di Cristo.

Fonte: http://www.adventzagreb.com/index.php/it/eventi/89-l-avvento

Nessun commento:

Posta un commento