Translate

venerdì 13 febbraio 2015

Miracolo delle lacrime in via Montalto

Da giorno 6 febbraio 2015 un fenomeno particolare ha riguardato la statua religiosa della Madonnina di Lourdes di proprietà dei fratelli Giuseppe e Crocifissa Cosenza, residenti in via Montalto 90. In merito a questo evento ci spiega qualcosa proprio Giuseppe Cosenza: "Dopo una visita di un nostro amico recatosi in pellegrinaggio alla Madonna dello Scoglio, venne donata a me e a mia sorella Crocifissa una statuetta di circa 45 cm raffigurante Nostra Signora di Lourdes, la statua di gesso è pitturata con una finitura bianca ad acqua. In diversi momenti, da quel giorno a oggi, si sono verificate delle trasudazioni liquide di sangue. L'ultimo episodio che abbiamo potuto constatare tutti i presenti è iniziato Venerdi  febbraio alle ore 12.00 e tutt'oggi, con brevi intervalli, continuano le trasudazioni di materia liquida trasparente e oleosa, nonchè di materiale di colore sanguigno."
Il fenomeno straordinario, oltre a richiamare numerosissimi fedeli, ha indotto le autorità ecclesiastiche  ad insediare un'apposita commissione per poter discernere tale straordinario fenomeno. Le persone tuttavia, non attendendo la conferma ecclesiastica, si sono recate in massa presso l'abitazione di Giuseppe Cosenza con grande commozione, formando gruppi di preghiera nella richiesta di diverse grazie di carattere personale e collettivo. Tali episodi sono stati ampiamente documentati da foto, filmati e testimonianze di parecchi fedeli che hanno assistito attoniti a questo miracolo mariano e che adesso andranno al vaglio della commissione episcopale. Giuseppe Cosenza aggiunge: "Mia sorella ha un particolare colloquio di preghiera con la Santa Madre di Dio attraverso questa statuetta; si sente confortata nella sua sofferenza che la costringe a letto da circa vent'anni". 
Maria, madre di Cristo e anche madre dell'umanità. Il pianto è un fenomeno mistico che per i credenti ha un significato ben preciso. Maria vive tra i Beati nel Paradiso, al cospetto di Dio, dunque non soffre ma vive nel godimento della luce divina. Il pianto dunque altro non è che il messaggio rivolto all'umanità di condivisione profonda della sofferenza umana, che Maria, in quanto essere umano, ha sempre provato in terra e continua a provare nell'eternità Il dolore condiviso, espresso dalle lacrime, è un dolore che la Madonna vuole riscattare e guarire; questo è quello che vivono e provano i fedeli quando si trovano di fronte a miracoli di questo genere.

Nessun commento:

Posta un commento